DIRITTO PENALE

Il diritto penale rappresenta una branca fondamentale del diritto pubblico, regolando l’insieme delle norme giuridiche che disciplinano i comportamenti illeciti ai quali è associata una sanzione penale.

Tali sanzioni possono variare dall’ergastolo alla reclusione e alla multa per i delitti, fino all’arresto e all’ammenda per le contravvenzioni.

Ciò che distingue la norma penale da ogni altro precetto dell’ordinamento giuridico è la tipologia di pena prevista.

L’identificazione della norma penale avviene partendo dalla conseguenza penale piuttosto che dall’oggetto del comando o del divieto.

Il codice penale è una raccolta organica e sistematica di norme giuridiche concepite per disciplinare una specifica materia.

In particolare, il codice penale contiene le disposizioni che individuano i reati e le relative sanzioni.

In Italia, l’attuale codice penale, comunemente noto come codice Rocco, è stato promulgato nel 1930.

Nonostante la sua origine nel contesto dell’ideologia fascista, il codice è stato mantenuto nel nuovo ordinamento dopo la caduta del regime fascista, epurato delle disposizioni più marcatamente autoritarie o contrarie ai principi democratici della Repubblica Italiana.

Nel corso degli anni, il codice penale del 1930 ha subito significative e progressive modifiche ad opera del legislatore e della Corte Costituzionale, per adattarsi alle mutevoli esigenze del contesto socio-politico contemporaneo.